Archivio tag: talent show

Sul concetto di “raccomandazione”

Raccomandazione

PHILIP*: Tu eri un umile ma stimato professore di economia a Princenton.
ROGER**: Sì! Gli studenti sedevano ai miei piedi e godevano della mia saggezza.
PHILIP: Il Socrate delle matricole!
ROGER: Poi lei mi ha sventolato cinquantamila dollari all’anno sotto il naso e a mia perpetua vergogna ho accettato! E, non contento di questo, ogni anno lei continua a umiliarmi aumentandomi lo stipendio!
PHILIP: Certo, è imperdonabile. È come versare del sale su una ferita.
ROGER: E a Natale mi ha fatto diventare azionista della compagnia. Ma perché vuole annientarmi?
PHILIP: È la mia naturale perversità, credo.

*Miliardario e playboy, interpretato da Cary Grant
**Suo dipendente e portaborse, interpretato da Gig Young

(“Il visone sulla pelle”, 1962)

In questi giorni si sta facendo un gran parlare del mondo dello spettacolo e del marcio in esso contenuto. Attrici raccomandate, produttori approfittatori, aiuto registi ruffiani e chi più ne ha più ne metta. Come al solito, c’è chi fa di tutta l’erba un fascio arrivando a dire che non c’è un solo artista che per poter lavorare non abbia fatto un favore a qualcuno. Ho deciso di cogliere l’occasione per trattare un argomento che credo stia a cuore un po’ a tutti, ovvero la raccomandazione. Continua a leggere

Gli “Elio e le storie tese” si sciolgono, e fanno bene

EELST

Come già sapete, se non vivete fuori dal mondo, gli “Elio e le storie tese” hanno comunicato un paio di giorni fa la loro intenzione di sciogliersi prima della fine dell’anno.
Tanto per cominciare voglio rassicurare tutti i fanboy del gruppo: riconosco agli elii la loro qualità artistica. Ciò nondimeno, sono rimasto piacevolmente sorpreso da questa notizia e dalle dichiarazioni di Stefano Belisari, che infatti ha dichiarato: Continua a leggere

Quello che non ho mai capito dei talent

Danilo D'Ambrosio

Per chi non lo sapesse, il tizio nella foto si chiama Danilo D’Ambrosio, e di recente ha accusato gli autori di “X-Factor” di aver falsato il risultato di una sua performance con un montaggio truffaldino.

Vorrei cogliere l’occasione per dire che ci sono un paio di cose che non ho mai capito dei talent-show. Per esempio… a che scopo metter su un talent-show?
Mi spiego… programmi che danno spazio a giovani esordienti sono sempre esistiti (per fortuna!). Anche l’idea di mostrare i provini dei cantanti non è nuovissima; lo fece la RAI ai tempi del bianco e nero col programma “Il suo nome per favore”. Insomma, se uno vuole fare un programma di cantanti nuovi e canzoni nuove… buon pro gli faccia! E se vuole anche scambiare due chiacchiere con qualcuno di loro… nulla in contrario! Quello che non capisco è a cosa serva imbastirci intorno un reality.
Continua a leggere

Finale X Factor 2013: vince il Marketing

Da diversi anni X Factor monopolizza la creazione di nuovi volti talentuosi del canto italiano, lasciando affascinata ad ogni edizione l’opinione pubblica e portando sempre una ventata di nuove voci originali e interessanti. Chi ha vinto alla Finale di X Factor? Ape Escape? Michele?

Il cantante vincitore di X Factor 2013 è Michele.

Marketing, marketing, marketing. Continua a leggere