Archivio tag: Roméo & Juliette – da la Haine à l’Amour

Breve storia dell’Opera Moderna: Kamel Ouali

“È del poeta il fin la meraviglia.
Parlo dell’eccellente e non del goffo.
Chi non sa far stupir vada alla striglia!

(Giambattista Marino)

Premessa: la definizione “spetacle musical”

Prima di cominciare questo articolo vorrei fare una precisazione lessicale. Come molti di voi sapranno i francesi hanno la buona abitudine di fuggire come la peste qualsiasi termine non sia in lingua francese. Ragion per cui si sono sempre riferiti ai musical usando la definizione “comédie musicale”. Sfortuna vuole che questo termine sia anche la traduzione letterale dell’espressione “commedia musicale”, termine che si usa per indicare un genere teatrale che – per capirci – è quello di Garinei e Giovannini. Lo stesso genere teatrale a cui appartengono spettacoli come “Don Juan” o “Autant en emporte le vent”, il quale, purtroppo, con il Musical c’entra sì e no un cazzo. Anzi, sì e sì un cazzo. Continua a leggere

Breve storia dell’Opera Moderna (intermezzo): David Zard

Ma non sa la poverina
che se l’opera va giù,
si dirà poi la mattina,
“L’impresario non c’è più.”

(“L’impresario in angustie” – 1786)

Zard 1 Prima di continuare con questa rassegna cronologica degli spettacoli usciti negli ultimi anni sotto la definizione di “opera moderna” vorrei fare un breve intermezzo che dia ai miei lettori un’idea di quale fosse l’aria che si respirava nell’ambiente teatrale di quegli anni. E vorrei farlo attraverso un personaggio indubbiamente importante per il teatro di quell’epoca: David Zard.
È una figura che per quanto riguarda il teatro musicale ha sia dei meriti che delle colpe. Premetto che io qui esaminerò principalmente queste ultime, in quanto, se escludiamo “Notre-Dame”, tutti gli spettacoli che ha prodotto in Italia sono andati male (chi dice il contrario mente sapendo di mentire). Continua a leggere

Breve storia dell’Opera Moderna: “Roméo & Juliette – da la Haine à l’Amour”

Nous on fait l’amour on vit la vie
jour après jour nuit après nuit.
A quoi ça sert d’être sur la terre
si c’est pour faire nos vies à genoux?
On sait que le temps c’est comme le vent
de vivre y’a que ça d’important
on se fout pas mal de la morale.
On sait bien qu’on fait pas de mal.

Noi facciamo l’amore, viviamo la vita/giorno dopo giorno e notte dopo notte./A cosa serve stare su questa terra/se si deve passare la vita in ginocchio?/Il tempo è come il vento,/vivere, solo questo c’è di importante./A noi non interessa la morale./Non c’è niente di male in questo. 

(Da “Le rois du monde”)

Questa rassegna cronologica degli spettacoli musicali andati in scena dopo “Notre-Dame” non può che proseguire con la recensione di un fortunatissimo spettacolo francese: “Roméo & Juliette – da la Haine à l’Amour”.

Romeo et juliette

Recentemente portato in scena in Italia grazie agli sforzi di David Zard, “Roméo & Juliette” è uno spettacolo del 2001 scritto e musicato da Gèrard Pergurvic.
Dobbiamo innanzitutto spiegare che stiamo parlando di un cantautore (principalmente un paroliere) di genere pop. Passiamo quindi dalla canzone d’autore a un genere decisamente più semplice e scanzonato. Continua a leggere