Archivio tag: Notturni

Il fatto che Bocelli si faccia dirigere da un robot è l’ultimo dei nostri problemi

L’uomo accetta senza problemi che una macchina corra più veloce di lui. Però difficilmente accetta che essa pensi meglio di lui.

(Mikhail Tal)

YuMi

Qualche giorno fa si è tenuto a Pisa un concerto nel corso del quale Andrea Bocelli ha cantato alcune arie d’Opera diretto da un robot di nome YuMi. Un’iniziativa che ha fatto storcere il naso a molti amanti della musica classica, che l’hanno criticata come potete immaginare: “Dov’è il cuore?”, “Non è la stessa cosa!”, “Ma la passione dove la mettiamo?” eccetera.
Onestamente non condivido tali preoccupazioni. Non credo neanche che lo scopo dell’esperimento fosse dimostrare che i musicisti si possono sostituire con delle macchine, quanto mostrare al mondo il livello impressionante di fluidità raggiunto dai robot di oggi. In caso contrario, i creatori di YuMi sarebbero un po’ indietro: affari del genere esistono già da duecento anni e si chiamano “metronomi”, nel frattempo sono inoltre stati inventati dei software in grado di riprodurre da soli delle partiture. Tra l’altro da quel che ho capito il robot in questione funziona così: viene istruito da un direttore in carne ed ossa e al momento del concerto ripete i suoi movimenti. Non è esattamente quello che si fa da anni usando dei semplici schermi? Continua a leggere

Chopin – Notturni (Download)

I notturni di Chopin sono il trionfo del canto, del bel suono e dell’espressione più alta e intima del suo concetto di romanticismo.

Si basano su uno schema A-B-A e sono quasi sempre caratterizzati dalla contrapposizione dei temi in termini di suono e di sentimento. Dal punto di vista ritmico sono molto semplici e orecchiabili. Riempiti di abbellimenti che tendono ad una totale fusione con la melodia principale, rappresentano tutta la semplicità della perfezione romantica.

Per essere in grado di suonarli correttamente è necessaria una maturità musicale e spirituale non indifferente.

Download (Ricerca Google) – Non sai come scaricare? guarda in fondo all’articolo!

 

How To Download: il link rimanda ad una ricerca automatica Google. Scegli il primo risultato e scarica il tuo spartito. Usando questo sito web, confermi di aver letto ed approvato il nostro disclaimer.