Archivio tag: less is more

“L’incoronazione di Poppea” alla Scala: il fatto che da una regia non si riesca a capire la storia non significa che sia molto profonda

Nelle scorse settimane è andata in scena alla Scala “L’incoronazione di Poppea” di Claudio Monteverdi.
“L’incoronazione di Poppea” è forse la più bella opera di Monteverdi. E Monteverdi è uno dei più grandi operisti della Storia, per certi versi più grande di Verdi o di Mozart. La drammaturgia di Monteverdi – compositore vissuto a cavallo tra il del sedicesimo e il diciassettesimo secolo – è così moderna da essere per certi versi ancora attuale. Il suo è il vero “recitar cantando”, nel senso che nelle sue opere abbiamo un vero e proprio testo teatrale (in versi) messo in musica, così come – secondo gli intellettuali dell’epoca – avveniva nel grande teatro classico. Una purezza drammaturgica forse “sporcata” in qualche modo negli anni successivi per via della scoperta, da parte dei compositori, del fatto che scrivere opere costituite quasi unicamente da arie era molto più remunerativo. Bisognerà aspettare Puccini (per quanto anche autori precedenti si siano evoluti in questa direzione nel periodo di maggiore maturità) perché questa purezza venga recuperata. Continua a leggere