Crea sito

Posts Tagged ‘David Zard

“È del poeta il fin la meraviglia. Parlo dell’eccellente e non del goffo. Chi non sa far stupir vada alla striglia! (Giambattista Marino) Premessa: la definizione “spetacle musical” Prima di cominciare questo articolo vorrei fare una precisazione lessicale. Come molti di voi sapranno i francesi hanno la buona abitudine di fuggire come la peste qualsiasi termine […]

“Sono un artista, sono un pittore. Ho ancora le mani sporche di colore. Penso le cose a modo mio. Penso all’amore e mi viene in mente Dio.” (da “Vento”) “Tosca Amore Disperato”, scritta e musicata da Lucio Dalla, è la seconda opera moderna prodotta in Italia da David Zard. Si tratta di una riscrittura moderna […]

Ma non sa la poverina che se l’opera va giù, si dirà poi la mattina, “L’impresario non c’è più.” (“L’impresario in angustie” – 1786) Prima di continuare con questa rassegna cronologica degli spettacoli usciti negli ultimi anni sotto la definizione di “opera moderna” vorrei fare un breve intermezzo che dia ai miei lettori un’idea di quale fosse l’aria che si respirava nell’ambiente teatrale di quegli anni. E vorrei farlo attraverso […]

“È una storia che ha per luogo Parigi nell’anno del Signore Millequattrocentottantadue. Storia d’amore e di passione. E noi, gli artisti senza nome della scultura e della rima la faremo rivivere da oggi all’avvenire.” (Da “Il tempo delle cattedrali”)   Lo spettacolo Lo ammetto. Per recensire “Notre-Dame de Paris” devo abbandonarmi ai ricordi del “dolce tempo […]

Quella che comincio oggi è una rubrica dedicata a quegli spettacoli usciti soprattutto nel decennio scorso, definiti “opere moderne” dagli autori. Una definizione non particolarmente apprezzata dalla maggior parte del pubblico ma a mio avviso corretta. Per questo motivo ho deciso di cominciare questa rubrica con questa premessa, con la quale vorrei spigare come perché […]


About this blog

Benvenuto. Spero che per te questo sia un posto dove accrescerai la tua conoscenza o il tuo contatto emotivo con la musica, imparando ad apprezzarla, a suonarla e a trovare la felicità tramite essa. Buona navigazione.

Photostream

  • Online Music Class: Elena, anzitutto vorrei segnalarti che sia sul telegraph che sul nytimes si è parlato dei contenuti [...]
  • elena: Anzitutto trovo vergognoso un titolo come questo. che afferma qualcosa che è solo un punto di vista [...]
  • FrancescoV: A questa. https://www.facebook.com/onlinemusiclass?fref=ts [...]
  • Hermes01: Ciao Francesco. Ci sono svariati gruppi e pagine Online Music Class. A quale corrisponde quello su c [...]
  • FrancescoV: Ciao, Hermes. Il sito non è mio, io ci scrivo soltanto. Però se vuoi contattarmi puoi cercarre "On [...]