Archivio tag: arte

Il problema degli artisti italiani è che non si masturbano abbastanza

Masturbazione artistica

Tanto per cominciare, vorrei scusarmi per il titolo clickbait modello “Libero”, ma andando avanti con la lettura, scoprirete che è pienamente giustificato.

Tutti gli psicologi del mondo sono concordi nell’affermare che la masturbazione, oltre ad essere un piacevole diversivo rispetto al tran-tran della vita quotidiana, ha una funzione molto importante nello sviluppo del fanciullo. Gli consente, infatti, di scoprire come funziona il proprio corpo, cosa che gli tornerà molto utile quando si tratterà di usarlo.
Disse una volta il comico Robbie Collier: “Quando ho visto una vagina per la prima volta, mi sono sentito come uno che incontra la sua celebrità preferita. Ero tipo: ‘Wow! Ho visto tutti i tuoi film!’”. Quanto è vero! Certe esperienze sono emozionanti proprio perché, prima di farle, una persona ci rimugina su mille volte.
Personalmente, la prima volta che sono stato con una donna non la finivo più di tempestarla di richieste e di domande. C’erano tante cose che volevo provare, sperimentare, scoprire… da alcune sono rimasto deluso, da altre no, ad altre ancora non avevo mai pensato prima e le ho scoperte in quell’occasione. Continua a leggere

Vi racconto una barzelletta 2

Un architetto, un cuoco e uno scrittore fanno naufragio su un’isola deserta. Ognuno di loro decide di fare qualcosa per garantire la sopravvivenza del gruppo.
L’architetto costruisce un rifugio per la notte.
Il cuoco prepara una bella cenetta da gustare mentre si aspettano i soccorsi.
E cosa fa lo scrittore? Ma è ovvio! Fa la portata principale!

Questa è una barzelletta piuttosto famosa. Volendo si può raccontarla prendendo di mira anche altre categorie: psicologi, medievisti, filosofi… gli artisti comunque sono tra i più gettonati.
L’esistenza della barzelletta in sé e delle presa per il culo che comporta non mi dà alcun fastidio (ci mancherebbe altro) ma ho notato che molte persone la prendono sul serio più del dovuto. Pertanto credo sia il caso di dire tre cose riguardo a questa storiella.

Isola deserta Continua a leggere

Vi racconto una barzelletta

Confessionale

Uno dei luoghi comuni che si sentono più spesso riguardanti la critica (musicale e non) è il seguente:

“La critica è inutile. Tanto gira e rigira è tutto soggettivo.”

Questo non è del tutto falso. Dopotutto, per quanto i criteri adottati da un recensore possano essere chiari, saranno pur sempre i suoi. Un recensore premierà l’originalità, un secondo la capacità di trattare temi scottanti con leggerezza, un terzo quella di trattare temi leggeri senza essere frivoli.
Credo tuttavia che la soggettività di una critica non la renda affatto inutile, anzi, e vorrei spiegarvi perché con una barzelletta. Continua a leggere