Studiare musica per 8 ore senza mai stancarsi

Scommetto che il 70% di voi ha sentito puzza lontano un miglio di fake, leggendo il titolo.Come è infatti possibile riuscire a studiare davvero per 8 ore musica senza mai stancarsi?

Bill Evans, Art Tatum così come tantissimi maestri classici suonavano per ore e ore, e in particolare Art Tatum si dice che suonasse per giorni senza mai smettere. L’arte dello studio di uno strumento richiede dedizione, costanza molta pazienza. Talvolta capita che lo studio sia frustrante e che ci si allontani dalla pratica dello strumento per un tempo illimitato.

I musicisti che “studiano” si dividono in 3 diverse categorie.

1. Il musicista che suona e studia qualunque pezzo gli capita sottomano, va avanti e non gli importa se si sta annoiando da 2 settimane facendo scale e arpeggi perchè giudica dal maestro “poco tecnico”.

2. Il musicista talentuoso ma lazzarone, che alterna fasi di disperato impegno a fasi dove lo strumento prende polvere.

3.Il musicista cazzaro, che vorrebbe impegnarsi come un Bach, e ne avrebbe anche le potenzialità se non procrastinasse e si riducesse a studiare 30 minuti prima della lezione con pessimi risultati.

Quante volte del resto è capitato a chi va a lezione di ridursi a studiare pochissimo tempo prima, con il rimorso di n0n aver fatto un lavoro migliore per la troppa noia? Questo metodo è principalmente per chi suona, suona bene ma di studiare esercizi didattici e pezzi “obbligati” proprio non ne vuole sapere.

Questo metodo consiste nel permetterti di fare tutto quello che già fai durante la tua giornata, inserendo tra le altre cose ore e ore di studio musicale, senza quasi che tu te ne accorga.

Il Metodo del Muro 

E’ comprovato che l’attenzione e la concentrazione tende a scendere dopo 30 minuti di attività di studio, e se la concentrazione viene a mancare a) si impara male b) si impara meno. Immagina ora di identificare con muro di mattoni il tempo che tu impiegherai allo studio di brani musicali, e considera che ogni mattone va ad inserirsi negli spazi vuoti della tua giornata. Possono essere mattoni sbloccabili e reinseribili in altri spazi liberi.

Questi mattoni possono essere formati da diversi orari, possono essere di 10, 20 o anche 30 minuti, ma l’importante è che:

1. Siano effettivamente dove hai deciso che staranno (ovvero devi fare quando l’hai stabilito).

2. Siano dei mattoni di Qualità (ovvero un impegno che implica la concentrazione sulla singola azione dello studio)

Per capire però dove staranno di volta in volta i mattoni mantenendo comunque una certa armonia con i tuoi orari e i tuoi impegni, dovrai giorno per giorno programmare quegli spazi della giornata nei quali devi suonare.

Migliora la tua produttività

Come sai se hai mai studiato qualcosa, le cose possono essere fatte tanto velocemente quanto ti impegni nel tempo. Se la concentrazione cala il profitto di studio è diluito da tutti gli altri processi. Ecco quindi che devi essere rilassato, concentrato e intenzionato ad apprendere tutto quello che puoi nel tempo che hai stabilito. 

Ascolta il brano che devi suonare, puoi usare lo streaming internet di http://mp3.li/youtube così come il tuo personale lettore

– Riascoltalo, guardando i passaggi sullo spartito

– Immagina di suonare lo spartito, i movimenti, etc (questo ti aiuterà a memorizzare un determinato movimento in quel punto del brano)

– Distendi le spalle, rilassa le dita, e inizia a studiare.

 

http://mp3.li/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*