Crea sito

Regole per una discussione costruttiva su musica e teatro

In: Musica e Società

27 Feb 2015

Regole

Siamo nell’era delle telecomunicazioni. Gli appassionati di musica e di teatro dovrebbero passare la vita a discutere con altri appassionati come se non ci fosse un domani. Invece questo non succede, in parte perché sono in pochi quelli a cui interessa discutere, in parte perché molte persone non si sono mai davvero fermate a chiedersi come si fa a discutere.

Ecco un elenco di accorgimenti da seguire se si vuole avere una discussione costruttiva.

  1. Pena di morte per chi dice “i gusti sono gusti”.
  2. Pena di morte preceduta da tortura per chi dice “critichi questa cosa solo perché sei invidioso”.
  3. Galera a vita per chi dice “se una cosa non piace basta non guardarla”.
  4. Un concetto espresso bestemmiando tre volte, insultando dieci volte la mamma dell’interlocutore e insinuando un paio di volte che l’AIDS stia all’omosessualità come l’antibiotico sta all’influenza ha lo stesso identico valore di un concetto espresso educatamente.
  5. Il fatto che un autore sia fascista, un altro sia berlusconiano e un terzo abbia detto che Casaleggio è uno stronzo è ininfluente quando si parla del loro lavoro.
  6. Un giudizio deve essere utile per farsi un’idea riguardo a un’opera o a un’esecuzione. E magari a far capire ai potenziali fruitori se ha senso o meno spendere i propri soldi o il proprio tempo per fruirne. Per questo i giudizi devono essere netti, non fumosi. Quando qualcuno va a vedere uno spettacolo non può fermarsi a discutere in biglietteria sui Massimi Sistemi e la filosofia teoretica. O compra il biglietto o non lo compra.
  7. “Giudizio netto” non significa dividere il mondo in “buoni” e “cattivi”. Dire “Quella pianista non sa suonare Chopin ma Tchaikovsky le viene bene per questo, questo e quest’altro motivo.” è un giudizio più completo e non fumoso.
  8. Se qualcuno accenna a un qualsiasi fatto politico, non fracassategli le palle dicendogli “Qui si parla di musica, non di politica!”.
  9. Ognuno ha diritto a dire la propria e nessuno pretende che siate delle enciclopedie viventi, ma prima di entrare in una discussione sinceratevi di avere un minimo di preparazione sull’argomento trattato.
  10. Quando si discute è meglio andare al cuore della discussione. Parlare del fatto che una cantante arrivi o meno al MI sovracuto ha senso solo se questo inficia sulla buona riuscita generale di uno spettacolo. Altrimenti è un argomento che si può tranquillamente esaurire con una nota a margine.
  11. Non esistono discussioni troppo lunghe.
  12. Meglio affrontare il rischio di una polemica sterile che la certezza di non poter discutere.
  13. Il fatto che un argomento non vi stia a cuore non rende ogni discussione su quell’argomento una polemica sterile.
  14. Le critiche negative vanno motivate, ma anche quelle positive.
  15. La discussione si nutre di sé stessa e si evolve. Cominciare parlando di un argomento e finire con un argomento addiacente non è necessariamente un OT.
  16. Una discussione avuta su internet ha lo stesso identico valore di una avuta di persona.

Comment Form


*

About this blog

Benvenuto. Spero che per te questo sia un posto dove accrescerai la tua conoscenza o il tuo contatto emotivo con la musica, imparando ad apprezzarla, a suonarla e a trovare la felicità tramite essa. Buona navigazione.

Photostream

  • Online Music Class: Elena, anzitutto vorrei segnalarti che sia sul telegraph che sul nytimes si è parlato dei contenuti [...]
  • elena: Anzitutto trovo vergognoso un titolo come questo. che afferma qualcosa che è solo un punto di vista [...]
  • FrancescoV: A questa. https://www.facebook.com/onlinemusiclass?fref=ts [...]
  • Hermes01: Ciao Francesco. Ci sono svariati gruppi e pagine Online Music Class. A quale corrisponde quello su c [...]
  • FrancescoV: Ciao, Hermes. Il sito non è mio, io ci scrivo soltanto. Però se vuoi contattarmi puoi cercarre "On [...]